Il carnevale di Verona

Un breve accenno al famoso Carnevale veronese in attesa dell’amato Salone internazionale del Vino e degli eventi di Fuori Fiera. Le origini del Carnevale di Verona risalgono ad anni orsono e, da tempi, viene considerato il carnevale più antico d’Europa. La storia racconta che fin dal tardo Medioevo si porta avanti la tradizione del Carnevale,... View Article


Un breve accenno al famoso Carnevale veronese in attesa dell’amato Salone internazionale del Vino e degli eventi di Fuori Fiera.

Le origini del Carnevale di Verona risalgono ad anni orsono e, da tempi, viene considerato il carnevale più antico d’Europa. La storia racconta che fin dal tardo Medioevo si porta avanti la tradizione del Carnevale, allora chiamato “Bacanal del Gnoco”, il cui nome richiama la maschera carnevalesca più antica di Verona e d’Italia, il cosiddetto Papà del Gnocco. Sebbene sia simbolo del Quartiere di San Zeno, al giorno d’oggi, viene considerato da tutti i cittadini veronesi il Re del Carnevale, onnipresente in tutte le sfilate del veronese, dalla primissima sfilata nel centro storico alle successive sfilate carnevalesche in provincia.

Come da tradizione il Papà del Gnocco viene eletto ogni anno dai cittadini veronesi nella storica Piazza di San Zeno, ai piedi della celebre Basilica del Santo Patrono di Verona. Come traspare dal nome stesso della maschera, il simbolo primario che la rappresenta è lo Gnocco di patata, infilzato da una grande forchetta dorata raffigurante lo scettro del Bacanal. A tal proposito, il piatto tipico del carnevale veronese sono gli Gnocchi, conditi a piacimento, in particolare con la “pastisada de caval”, e serviti dai ristoratori veronesi nel medesimo periodo.

Anche quest’anno, il 489esimo anno del Carnevale di Verona, si è rivelato un gran successo. Fin dalle elezioni del Papà del Gnocco e ancora in voga fino al prossimo Martedì Grasso che si concluderà ufficialmente con il gran ballo in maschera presso Palazzo della Gran Guardia. Non meno importante è il successivo Mercoledì delle Ceneri dove nella frazione di Parona si terrà la popolare “Festa de la Renga”, dove si potranno degustare prelibati vini veronesi accompagnati dal tipico piatto polenta e renga.

L’evento più atteso dai cittadini veronesi, come ogni anno, è la storica sfilata del Venerdì Gnocolar, tenutasi lo scorso venerdì 1 marzo. Definita la giornata più colorata dell’anno e caldamente attesa dai veronesi. Una sfilata di 7 km che inizia dalla storica Porta Nuova e termina in Piazza San Zeno dove i volontari veronesi allestiscono, ad ogni ricorrenza, un vero e proprio Villaggio di Carnevale. Ancora una volta i cittadini si sono attivati vivamente per rendere omaggio alla nota tradizione del Carnevale, adibendo banchetti enogastronomici nelle piazze più note della città (Piazza Bra e Piazza San Zeno) e partecipando alla sfilata con carri allegorici, bande musicali, majorettes, e figuranti dalle più svariate maschere e vesti. Avvenimento a cui hanno presenziato una moltitudine di spettatori, grandi, giovani e piccini, e, a cui, non potavano mancare, le note cariche istituzionali della città di Verona.

Il Carnevale di Verona: un’importante festività che si tramanda nei secoli e che continuerà a ripetersi, una celebrazione a cui i veronesi sono molto affezionati e durante la quale i colori, il divertimento e l’energia non mancano.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *